Viaggiare low cost, non solo i soliti consigli

Inizi con l’idea di partire una volta all’anno, che poi diventano due, tre, quattro … e così via. Ma camminare per il mondo, oltre che creare dipendenza, costa e noi viaggiatori solitari lo sappiamo meglio degli altri.
Quindi, come possiamo spendere meno per viaggiare di più?

consigli per risparmiare prima e durante il viaggio

  • In primo luogo risparmia, sembra banale e probabilmente lo è, anche perché ti verrà naturale, senza neanche rendertene conto ti ritroverai a risparmiare per il prossimo viaggio ancor prima di aver deciso dove andrai.
  • Se ne hai la possibilità non partire mai in alta stagione, subito prima o subito dopo, risparmierai in ogni cosa ed eviterai la massa, riuscendo a goderti i luoghi con più calma.
  • Prenota il volo almeno 6 settimane prima e se puoi parti in settimana, secondo uno studio condotto su varie compagnie aeree il giorno più economico per viaggiare è il mercoledì mentre quello migliore per prenotare è il martedì. In ogni caso ti consiglio di monitorare i prezzi dei voli su un aggregatore, Skyscanner o Google flight sono ottimi, così da farti un’idea generale delle compagnie che effettuano quella tratta, quali sono le più economiche e quando. Poi vai sui siti ufficiali, spesso ancora più convenienti.
    Ricordati anche di controllare eventuali promozioni in corso, fatte di solito da compagnie che normalmente non sono low-cost ma che possono diventarlo con un codice sconto del 20 o 30 %.
  • Per quanto riguarda gli alloggi hai diverse possibilità ampiamente descritte nell’articolo di Francesca Di Pietro del blog viaggiaredasoli.net. Qualunque tipo di sistemazione deciderai di scegliere, dal classico alberghetto all’ostello, cerca sempre una sistemazione che non sia direttamente in centro, ma nelle vicinanze, in questo modo i prezzi calano e la qualità della sistemazione aumenta, e tu arriverai comunque dappertutto con una passeggiata di 10/20 minuti. Potrebbe essere una buona idea scegliere una zona tra la stazione dei treni o degli autobus e il centro della città o del paese, così non solo avrai tariffe più economiche ma sarai anche più comodo sia all’andata che al ritorno. Se cerchi una camera singola cerca di prenotare il prima possibile, non sono impossibili da trovare sono solo un po’ più rare.
    Per farti un’idea dei costi puoi usare di nuovo viaggiare-in-trenoun aggregatore di prezzi, come Trivago e Kayak o controllare direttamente i diversi siti che hai a disposizione, Booking, Expedia e Hostelworld sono fra i miei preferiti.
  • Prima di prenotare, sia volo che alloggio, fai una verifica con la modalità in incognito. Dopo un po di giorni che controlli un volo o un albergo, può capitare che aumentino di prezzo o spariscano obbligandoti a scelte meno convenienti. Sfiga? No, succede perché il sito di prenotazione monitora i cookie e sa a cosa sei interessato, alzando i prezzi cerca di metterti fretta. Ma come si attiva la modalità in incognito? L’articolo  di Andrea Romani su yuri.it ci spiega come fare per ogni browser .
  • Informati anche sui costi dei viaggi interni, di treni e autobus, prenotando in anticipo puoi trovare offerte veramente convenienti, ma valuta sempre se il gioco vale la candela.

Questi sono i consigli principali che ti posso dare per risparmiare in fase di prenotazione, ma quando arrivi a destinazione puoi fare ancora qualcosa? Certo, io ho adottato una serie di piccoli trucchi, che forse non ti faranno risparmiare centinaia di euro, ma che comunque ti permetteranno di muoverti più serenamente.

  • Acquista l’acqua ai supermercati, il tuo corpo ha bisogno di circa 2 litri d’acqua al giorno e in viaggio questa quantità è destinata ad aumentare, visto che probabilmente non starai fermo un attimo. Un’euro a bottiglietta o 15 centesimi al litro?
  • Cammina ogni volta che puoi, almeno che il tragitto per arrivare dal punto A al punto B non sia veramente lungo evita di prendere autobus e metro, oltre a risparmiare avrai modo di vedere più cose.
  • Portati del cibo d’emergenza, tipo un pacchetto di cracker, arriverà il giorno in cui il tuo bisogno di cibo si metterà fra te e quello che avevi intenzione di fare in quel momento, avevi in programma una succulenta cenetta in quel grazioso ristorantino economico fra un paio d’ore, dopo aver fatto ancora un giro e dopo una bella doccia, ma no, il tuo stomaco ha fame e ha fame ora. Ecco, in quell’istante sarai grato di avere quel pacchetto di cracker semi-sbriciolato in fondo alla borsa che ti eviterà di acquistare cibo a caso e di rivedere i tuoi programmi.
  • Risparmia sui pasti (ma non troppo), se le temperature lo permettono a pranzo puoi comprare qualcosa al supermercato da mangiare all’aperto e ogni tanto approfitta degli street food tipici del posto, vai a mangiare nei ristoranti frequentati dalla gente locale e comunque mai in pieno centro, dove difficilmente troverai un buon rapporto qualità/prezzo. Io personalmente evito anche McDonald, pizzerie, ristoranti italiani, e menù turistici.
  • Controlla i giorni in cui cattedrali, musei o attrazioni sono gratis o a prezzo scontato e porta sempre con te il tuo tesserino universitario anche se ti sei laureato da tempo, non si sa mai 😉

Infine, ricordati che i viaggi hanno un loro valore intrinseco che va ben oltre l’aspetto economico e l’ultima cosa che devi fare è farti prendere troppo dal risparmiare a tutti i costi dimenticandoti gli aspetti fondamentali

  • Ogni viaggio deve rispettare i tuoi bisogni e i tuoi gusti,

    prima di iniziare ad organizzarlo chiediti perché vuoi partire e che esperienze vorresti fare, tutte le decisioni che prenderai dovranno sempre e comunque rispecchiare le tue idee, non quelle del tuo portafoglio.

  • Ogni viaggio deve essere un’esperienza di vita completa,

    si pensa sempre che per risparmiare basti togliere, semplificare, ma non esagerare! Rischi di perderti opportunità che difficilmente ritorneranno. Quando vai in un determinato luogo visitalo come se non ci potessi più tornare. Chiediti cosa può darti, cosa troverai lì che non ci sarà altrove, assaggia i piatti tipici, fai le attività che lo rendono speciale, cerca di vivere ogni paese come se fossi un suo cittadino, assicurati di non portarti dietro dei rimpianti, qualcosa che avresti voluto fare ma non hai fatto. Quando tornerai a casa sarai più ricco, di sorrisi, di attimi e di vita.

  • In ogni viaggio devi sfruttare il tempo che hai a disposizione, facendo in modo che sia un tempo di qualità.

    È un valore prezioso, un’insieme di momenti ed emozioni, più che di secondi, minuti e ore. Devi fare in modo di riuscire sempre a godertelo al massimo, come? Prenditi cura di te. Ricordati che quando viaggi da solo sei l’unica persona su cui puoi contare, l’unica spalla che hai, quindi trattati bene, evita di dormire solo 3 ore a notte e ogni tanto ricordati di mangiare frutta e verdura. È un investimento su te stesso ed è il primo passo per poter sfruttare al meglio tutto quello che il viaggio ti può offrire.

Come al solito ti ricordo che puoi seguirmi anche su Facebook e se in questo articolo hai trovato qualcosa di interessante ricordati di condividerlo con i tuoi amici 😉

«In un viaggio non conta quello che hai alla partenza,
ma quello che ti porti al ritorno»
Antonino Davi

Viaggiare low cost, non solo i soliti consigli ultima modifica: 2016-06-03T16:59:55+00:00 da Francesca
Previous Post Next Post

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply Roberta 16 Feb 2017 at 20:32

    Bellissimo articolo. Davvero utile e soprattutto originale. Ne prenderò sicuramente spunto per quando mi verrà voglia di fare la valigia e partire! 🙂
    Ciao ciao

    • Reply Francesca 17 Feb 2017 at 16:39

      Grazie Roberta! Mi fa piacere 😉

    Leave a Reply